Test effettuati

TEST N.1 All’aperto con una temperatura di circa 20°C; abbiamo bagnato due mute da surf (3/4) dentro e fuori quindi le abbiamo appese in un luogo ombreggiato con una brezza leggera. Per una delle mute usiamo Hangair Wetsuit Dryer. Il test inizia alle 10 del mattino.
A mezzogiorno (due ore dopo) la muta appesa su Hangair è asciutta dentro e fuori. L’altra è ancora bagnata.
Alle 16 e 30 (sei ore e mezza più tardi) la muta appesa sulla gruccia normale (non Hangair) è ancora bagnata e il test è terminato.
TEST N.2 Stesse condizioni ambientali del test N. 1, ma abbiamo utilizzato Hangair in una muta da sub da 7 mm, con gilet integrato. In poco meno di due ore, tutte le parti della muta che rimangono a contatto con la pelle del sub sono asciutte. Rimangono delle zone di umidità fra la superficie esterna del gilet interno e quella interna della muta.
TEST N.3 Piove e la temperatura è fra i 10 e i 15 °C; immergiamo due mute da surf in un catino quindi le stendiamo in tarda serata. La muta appesa su Hangair Wetsuit Dryer al mattino presto è già asciutta. Otto giorni dopo l’altra è ancora umida all’interno.
TEST N.4 Versiamo circa quattro litri d’acqua in una muta stagna DUI e la bagniamo tutta, quindi eliminiamo l’acqua in eccesso. Poi appendiamo la muta su un Hangair e la collochiamo in un magazzino con una temperatura di circa 20 gradi. In meno di due ore la muta è asciutta, tranne che nella parte fra il ginocchio e il piede. Allora pieghiamo la muta in modo da portare i piedi in alto, nella zona del busto per permettere un maggiore afflusso d’aria. In circa 90 minuti la muta stagna è perfettamente asciutta.
  I seguenti dati hanno scopo esclusivamente comparativo. I tempi di asciugatura
possono variare secondo il livello di umidità e la temperatura dell’ambiente.

 

top